Tag

, ,

 

Una vita straordinaria, che non sembra essere meno interessante ora che ha più di

 

settant’anni. Non sto parlando del premier, ma di Frederick Forsyth, ex pilota della Royal Air Force, ex giornalista e scrittore. Uno che a 70 anni va in Guinea Bissau per fare ricerche sui narcotrafficanti, per il suo ultimo romanzo “Il Cobra“, e si trova a fare il reporter nel mezzo di una guerra civile:

It is a bit drug-like, journalism. Even in your seventies, I don’t think that instinct ever dies. But my wife worries all the time. She rails at me.

 

Uno che si è divertito in passato, come racconta al Telegraph.

When the young Forsyth was working for Reuters in Czechoslovakia, he was regularly tailed by the secret police. One night he locked eyes with a beautiful woman in a bar. They went for dinner and a swim in a local lake, then spread out a blanket on the shore. Driving home, Forsyth noticed the usual set of headlights weren’t bobbing in his rear-view mirror. “I wonder where my STB escort is tonight?” he wondered. “You just made love to it,” replied the woman sitting next to him.

Si è talmente tanto divertito a raccontare intrighi, complotti e guerre che ha riversato il suo interesse nei suoi romanzi, diventati una fonte d’ispirazione per molti criminali,come ricorda il Telegraph. Un piccolo esempio? “Il giorno dello sciacallo”, il suo primo libro pubblicato 40 anni fa, è stato trovato presso Yigal Amir, l’assassino di Yitzhak Rabin; Vladimir Arutinian, che pianificò l’omicidio di George W Bush in Georgia; e Ilich Ramírez Sánchez, il terrorista d’estrema sinistra soprannominato – appunto – “lo Sciacallo”. Anche se io ho questo suo libro nell’armadio in camera, state tranquilli, non finirò come loro.

 

Annunci