francs-macons
Giusta polemica, lanciata da Slate.fr, sui newsmagazine francesi, settimanali come Le Point, l'ExpressLe Nouvel Observateur. Per chi frequenta un po' le edicole transalpine è infatti facile notare argomenti comuni ricorrenti: i migliori licei, le migliori scuole, le migliori cliniche, il miglior momento per investire nel mattone (tutte queste rientrano nella categoria "Marchette"), le paghe dei manager e…les franc-maçons, questi sconosciuti.

Si chiede Hugues Serraf:

E l'inchiesta "esclusiva" che i tre grandi settimanali consacrano una volta all'anno a questi complottatori in completo ha veramente, nella sua versione 2011, un'informazione che sarebbe sfuggita nell'edizione del 2010?

Ma a parte questa ricorrenza inutile sul tema, la cosa più simpatica è la maniera con cui l'autore del pezzo definisce i massoni:

"club de notai, farmacisti e assicuratori di provincia le cui riunioni settimnali sono segrete come quelle dei club dei confratelli del Lion's o del Rotary (…)

Questi notabili che si ritrovano in un locale decorato come la stazione Grand Central (di New York, ndt), scambiano strette di mano più complicate di uno "shake"dei gangsta rapper e recitano delle exposés da quinta elementare sui grandi affari del mondo (…)

Ma come non notare la foto in cui i fratelli massoni indossano i grembiulini offerti da Gmail, chiaro segnale che dietro di loro c'è lo strapotere di Google.

Annunci