"La France a peur". Così cominciò l'edizione delle ore 20 del 18 febbraio 1976 il gornalista di Tf1 Roger Gicquel, dando la notizia dell'uccisione di un bambino. Inizia dicendo: "La Francia ha paura". L'assassino del piccolo di 8 anni, Patrick Henry, si salvò dalla pena di morte grazie all'arringa dell'avvocato Robert Badinter contro questo tipo di pena (Badinter divenne a metà anni Ottanta presidente del Consiglio Costituzionale). L'opinione pubblica invece voleva vedere l'omicida morto.
L'espressione lanciata da Gicquel è diventata col tempo quasi comune. Ha anche ispirato una canzone dei Mickey 3D, trio rock di Saint-Etienne. "La France a peur, toutes les soirs à 20h, la police vous parle, toutes les soirs à 20 h". Nella versione live, aggiungono anche "Nicolas Sarkozy vous parle" con chiari riferimenti allo stile e alla politica dell'allora ministro dell'interno.<

[Alla fine del testo originale c'è un riferimento diretto a PPDA, ovvero Patrick Poivre D'Arvor, celebre volto di Tf1 che è stato licenziato qualche tempo fa. Se Gicquel si licenziò da Tf1 al momento della sua privatizzazione nel 1986, PPDA non è stato allontanato perché scomodo, anzi, ma perché vecchio.]

http://dailymotion.virgilio.it/swf/video/x46iw1?additionalInfos=0
Mickey 3D – La France à Peur Live à St Etienne
Caricato da thierrybenji. – Guarda altri video musicali in HD!

Annunci