C’è chi guarda la luna e chi guarda il dito. Quelli che guardano il dito vedono nel niqab e nel burqa la marginalizzazione e la sottomissione della donna nella religione islamica. Lo sanno in Francia, dove una commissione parlamentare ha proposto una legge per vietarlo nei luoghi pubblici, e lo sanno i politici italiani che sono tornati a parlarne in maniera pacata.

Chi invece guarda alla luna vede che:

"ogni anni circa 180.000 donne immigrate in Europa sono sottoposte all’infibulazione o sono in pericolo di esselo"

Lo dice Mariette Jet Bussemaker, segretaria di stato olandese alla salute.

"A livello europeo dovremmo aumentare la cooperazione per rafforzare la legge", scrive su European Voice. "Ma c’è molto di più che si può fare a livello europeo. Dobbiamo raccogliere informazioni migliori, più precise e  comparabili sulla pratica. (…) E dobbiamo formulare politiche coerenti per bandirlo".

La Bussemaker ha anche evidenziato che "Due candidate commissarie  – Viviane Reding e Cecilia Malmström – hanno sollevato il problema della mutilazione durante le audizioni al Parlamento europeo, una decisione che evidenzia la necessità che la nuova Commissione e il nuovo Parlamento provvedino a produrre una nuova strategia Europea. Lo scorso marzo, il Parlamento ha adottato una risoluzione che condanna la pratica".

Annunci